Featured  
  Lavori Troppo??..Scopri la Dieta Ufficio  
  Writer : Silvia Nava – Redazione Miadieta.it  
  [ 30-10-2007 ]  
 

Lo sapevi che il posto di lavoro è uno dei luoghi in cui naufragano più spesso le buone intenzioni di perdere peso?

Soprattutto per chi svolge mansioni da ufficio, i rischi in agguato sono molti, e si raggruppano prevalentemente sotto due aspetti: tentazioni e sedentarietà.

Alla prima categoria appartengono, in ordine diverso a seconda del singolo ufficio: i dolciumi offerti dai colleghi, gli snack e le bibite gassate nelle macchinette a gettone, le numerossissime pause caffè o cappuccino (zuccherato!), la colazione al bar, il pranzo con pizze e panini, le caramelle consumate a raffica mentre si lavora e sempre in bella vista sulle scrivanie proprie o altrui.

Niente male, vero? A questo si aggiunge il problema della sedentarietà: gran parte della giornata viene trascorsa seduti alla scrivania, e anche gli spostamenti dall’abitazione all’ufficio vengono effettuati in macchina. Spesso, poi, non ci si stacca dalla sedia nemmeno per andare a pranzo, preferendo invece consumare il pasto seduti alla scrivania.

Sommando questi problemi, appare evidente come uno dei problemi più difficili che dobbiamo affrontare quando cominciamo una dieta sia proprio quello di adeguarla ai ritmi frenetici della vita lavorativa.

Molte diete falliscono a causa delle tentazioni dell’ufficio e del pranzo fuori casa… ma ora c'è la dieta ufficio, studiata grazie all'esperienza fatta sul campo per adeguarsi perfettamente alle necessità di chi lavora.

Basta compilare il proprio Profilo Dieta per risolvere una volta per tutte il problema: dimagrire in ufficio è possibile, a maggior ragione se si mettono in pratica alcuni trucchi utili!

Ecco qualche esempio:

  1. Fare sempre una buona colazione. Non solo dona energia e favorisce la concentrazione, ma evita di abbuffarsi di pasticci durante la mattinata. Il breakfast ideale? Frutta, cereali integrali e yogurt magro, con l’aggiunta di un buon caffè dolcificato.
  2. Lo snack giusto sulla scrivania. Ovvero, frutti di bosco o frutta fresca a tocchetti, formaggio magro in fiocchi e yogurt (se si dispone di un frigorifero), succhi di frutta senza zuccheri aggiunti, carote mignon già lavate, una fetta di pane integrale con una fetta di prosciutto cotto. Per arginare la fame senza “sgarrare” con le calorie.
  3. Preparare il pranzo a casa, la sera prima, anzichè ordinarlo al bar sotto l’ufficio. Oltre all’evidente risparmio economico, in questo modo si presta maggiore attenzione alla qualità dei piatti, e si evita di lasciarsi fuorviare dalla golosità del momento. Ci vuole un po’ di tempo in più, ma ne vale la pena!
  4. Scegliere un collega-trainer. Coinvolgere nella dieta, anche attivamente, un collega con cui si hanno particolari affinità, significa ottenere un doppio risultato: avere qualcuno con cui condividere lo sforzo, e assicurarsi una motivazione in più per non cedere. Dopotutto l’orgoglio è una delle molle più potenti!
 
     
   
   
  Collegamenti Sponsorizzati
______________________________
  Top Blogs - iscriviti al club
______________________________
  SONDAGGIO - iscriviti al club
Copyright miadieta.it, 2007. All rights reserved.