Top News  
  - 14 Kg in 7 settimane: il Segreto di Carmela  
  Writer : Silvia Nava - Redazione Miadieta.it  
  [ 06-06-2007 ]  
 

«Lo so che vi sembra retorica - scrive Carmela nel blog - ma fatevelo dire da chi ha sofferto troppo in 30 anni di diete fallimentari. Oggi finalmente mi sento vittoriosa: ho scoperto il vero segreto per avere successo nella lotta ai chili superflui! Volete sapere come ho fatto a scendere 14 chili in 7 settimane? Ho fatto semplicemente la dieta senza sentirmi a dieta».

Qualcuno, come dice Carmela, potrebbe obiettare che "tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare". ma in realtà non è così!

Carmela ha ottenuto il successo perché, grazie al supporto dello staff e delle dietonaute di Miadieta.it, ha trovato la sua personale ricetta per dimagrire senza sentirsi a dieta.

Le regole, in realtà, sono semplici: «Cucinare light per tutta la famiglia, con pazienza e fantasia - svela Carmela - e non considerare il nuovo regime alimentare punitivo ma semplicemente più salutare».

Carmela si è accorta che cucinare light significa anche cucinare saporito, e che sia il suo corpo sia la sua psiche reagiscono bene a questa novità.

Volete seguire l'esempio di Carmela? Oltre alle ricette che propone lei stessa nel forum, noi vi suggeriamo un metodo diverso e di sicuro effetto: puntare sui sapori esotici, rubando alle cucine etniche le ricette e i metodi di cottura più adatti, per riproporli a casa o per cenare al ristorante senza paura.

Qualche esempio?

I piatti cotti al vapore della cucina cinese, come i ravioli e le verdure (da copiare funghi e bambù), ma anche gli spaghetti di soia con verdure, il riso alla cantonese, il pollo cucinato nel wok.



Oppure i cibi indiani a base di agnello, pollo, riso e patate come il kashmiri birmani, insaporiti da spezie come curry, zenzero, zafferano e cardamomo, che favoriscono la digestione.



Non ci sono rischi per la linea anche se scegli piatti egiziani come il celebre cuscus vegetale, e perfino il kebab (il grasso della carne si scioglie durante la cottura) con contorno di fave cotte, oppure i mezeh, gli antipasti di verdure e legumi.



E che dire della superlight cucina giapponese, che prevede solo tre condimenti (salsa di soia, salsa di rafano e miso), e che punta su pesce crudo, verdure di stagione, riso e alghe?

 
     
   
   
  Collegamenti Sponsorizzati
______________________________
  Top Blogs - iscriviti al club
______________________________
  SONDAGGIO - iscriviti al club
Copyright miadieta.it, 2007. All rights reserved.