Top News  
  Accelera il Metabolismo con le Alghe  
  Writer : Silvia Nava - Redazione Miadieta.it  
  [ 25-07-2007 ]  
 

Se questo fa bene in ogni occasione, prima delle tanto sospirate ferie è quasi indispensabile: dopo mesi di stress e ritmi frenetici, il corpo non può dare all'improvviso il meglio di sé solo per il fatto che c'è del tempo libero. Bisogna aiutarlo a ricaricarsi, e il modo più rapido ed efficace è quello di ricorrere all'aiuto delle alghe. Sì, avete capito bene: grazie al loro elevato contenuto di vitamine, sali minerali e zuccheri ricostituenti, le alghe sono meglio di qualsiasi integratore per accelerare il metabolismo, e tornare al peso forma senza troppa fatica.



Una delle più usate nelle diete è il kombu (Kelp), un'alga ricca di mucillaggini dall'effetto saziante, che contiene oligoelementi e vitamine che sostengono l'organismo durante i regimi dimagranti. In più, grazie allo iodio, stimola anche la tiroide, agendo attivamente sul metabolismo dei grassi.



Un altro dono del mare è la spirulina, una microalga azzurro-verde che deve il suo nome ai filamenti arrotolati a spirale di cui è composta.La caratteristica principale della sua composizione chimica è l'elevato contenuto di vitamina a, di B12 e di carotenoidi. Notevole è anche il contenuto di proteine di alto valore biologico per la presenza di 18 dei 22 amminoacidi, tra i quali tutti gli essenziali. La spirulina è usata nelle diete dimagranti come sostitutivo del pasto, perché è fonte di tutte le proteine necessarie al metabolismo e fornisce all'organismo un apporto di sostanze nutritive importanti. In più, produce un forte senso di sazietà ed è un efficace antietà.



L'alternativa alla spirulina è la clorella, un'altra microalga verde d'acqua dolce, utilizzata come integratore alimentare da più di 30 anni in Giappone e in tutto l'oriente.

È ricca di vitamina B12, utile quindi a chi è vegetariano e può soffrire di questa carenza, ma anche di ferro, zinco e altri minerali.

La sua concentrazione di vitamina A (betacarotene) è molto più alta di quella che possiamo trovare nelle verdure a foglia verde; in più possiede anche un'attività autostimolante.



Le alghe non sono un alimento abituale nella nostra alimentazione, ma introdurle nella dieta quotidiana non è difficile: il kombu può essere utilizzato in polvere per insaporire piatti di riso e carne, mentre la spirulina può essere diluita, sempre sotto forma di polvere, in yogurt e bevande.

La clorella, invece, si mangia sotto forma di tavolette sostitutive dei pasti; l'alga Wakame, vera miniera di calcio, è ottima aggiunta alle zuppe e ai misti di verdura, mentre la Nori, un'alga rossa dal sapore delicato e ricca di proteine, fosforo e vitamina A, può essere la base di gustose zuppe, insalate e piatti conditi con aceto. Le alghe Hiziki, infine, vanno bollite per 10-15 minuti e condite a piacimento: forniscono un elevato apporto di fibra alimentare, e sono perfette per sgonfiare la pancia.

Tutti i prodotti sono acquistabili in erboristeria, o nei reparti biologici di alcuni supermercati.



Silvia Nava - Redazione Miadieta.it

Fonte: Salute Naturale

 
     
   
   
  Collegamenti Sponsorizzati
______________________________
  Top Blogs - iscriviti al club
______________________________
  SONDAGGIO - iscriviti al club
Copyright miadieta.it, 2007. All rights reserved.