Top News  
  Ciclo mestruale e Dieta: così non ingrassi  
  Writer : Silvia Nava - Redazione Miadieta.it  
  [ 28-02-2007 ]  
 

Dietro questa fame irrefrenabile si nascondono meccanismi complessi, di tipo sia fisiologico che psicologico.

Prima del ciclo, infatti, si verifica un meccanismo ormonale per cui si manifesta una maggiore tolleranza all'introduzione degli zuccheri. Questo processo genera frequenti crisi ipoglicemiche, che accentuano ulteriormente la necessità di mangiare cibi dolci.

Tale meccanismo, di solito, viene amplificato dal calo dell'umore dovuto all'abbassamento degli estrogeni, e spesso anche dalla carenza di magnesio e vitamina B6, che produce la sostanza collegata al buonumore chiamata serotonina.

La sensazione di tristezza e irritabilità, che nelle donne affette da sindrome premestruale può trasformarsi in depressione vera e propria, agisce come una molla che spinge verso il cibo.

I dolci, ma anche la pizza, le patatine e quant'altro di unto e goloso, assumono in questo caso una funzione consolatoria. Il beneficio, però, è solo momentaneo: non solo questi alimenti non riescono ad alleviare i sintomi tipici della settimana prima del ciclo, ma generano anche una gamma infinita di sensi di colpa, che peggiorano ulteriormente il tono dell'umore.

Così ci si sente peggio di prima, e con in più i chili di troppo. Non si tratta più solo dell'aumento fisiologico di peso dovuto alla normale ritenzione idrica premestruale (anche 2 o 3 chili!), ma di un accumulo di grasso che rimarrà anche dopo il ciclo.

Per evitare che tutto questo accada, è fondamentale che la tua dieta tenga conto dei cambiamenti del tuo corpo nelle varie fasi del ciclo mestruale. Nelle prime due settimane dall'ultima mestruazione, per esempio, ci si sente di buon umore e non si fa fatica a frenare l'appetito, quindi potrai seguire una dieta più severa senza risentirne troppo. Nei dieci giorni successivi all'ovulazione, invece, dovresti seguire un'alimentazione equilibrata, senza eccessive rinunce. Questo ti permetterà di arrivare in forma alla fase critica della settimana premestruale, così che la tua linea non risentirà degli inevitabili attacchi di fame.

«Io mi sto adattando a questo modo di pensare cercando di guadagnare il più possibile (in etti persi) nei primi giorni del ciclo - scrive Sidney, una delle dietonaute storiche - e cercando di contenere i danni verso la fine. Vi garantisco che funziona! E senza sensi di colpa... ».

Per scongiurare l'accumulo di peso durante la settimana prima del ciclo, puoi anche aiutarti con qualche "trucco" prezioso:

Limitare il consumo di zuccheri raffinati, sale, carne rossa, alcol, caffè, tè e cioccolato.

Limitare l'apporto proteico

Aumentare l'apporto di carboidrati complessi (pane e pasta integrale).

Aumentare l'apporto di magnesio, contenuto in grandi quantità nei vegetali a foglia verde, banane, cacao, germe di grano, mandorle, noci e legumi secchi.

Aumentare gli alimenti ricchi di vitamina B6, contenuta in fegato, cereali integrali, pollami, lievito di birra, legumi secchi, salmone, spinaci, piselli.

Limitare l'apporto di cibi grassi e di grassi saturi (burro, maionese).

Silvia Nava - Redazione Miadieta.it



 
     
   
   
  Collegamenti Sponsorizzati
______________________________
  Top Blogs - iscriviti al club
______________________________
  SONDAGGIO - iscriviti al club
Copyright miadieta.it, 2007. All rights reserved.