Top News  
  La dieta dissociata non fa dimagrire "più velocemente"  
  Writer : Dr.ssa Viviana Meli-Miadieta. it  
  [ 18-01-2006 ]  
 

La dieta dissociata, binomio cult per chi tenta di buttare giù grassi e masse adipose di vario genere, non funziona, o meglio non aiuta a dimagrire in tempi più veloci .Tale dieta venne inventata dal Dott. William Howard Hay nel 1911 ed è infatti anche nota come "dieta Hay" o "food combining", la sua dieta è basata sul principio che si possono formare nell'organismo accumuli non bilanciati di prodotti della digestione e del metabolismo, che il corpo non è in grado di eliminare, che possono causare problemi di salute.





Si basa su 5 regole base:

1 - Non mangiare carboidrati con proteine e frutti acidi durante lo stesso pasto

2 - Mangiare verdura, insalata e frutta come parte principale della dieta

3 - Mangiare proteine, amido e grassi in quantità limitata

4 - Mangiare grano integrale evitando alimenti raffinati e processati, come cibi a base di farina bianca, zucchero e margarina

5 - Far intercorrere un intervallo di almeno 4 ore / 4 ore e mezza tra pasti di tipo differente.



DISSOCIARE

Dissociare vuol dire diminuire la sazietà dei cibi. Infatti, associando carboidrati e proteine andiamo a rallentare la digestione, ma in modo del tutto fisiologico, nel senso che andiamo ad evitare che avvenga in modo troppo veloce, portandoci ad avere fame troppo presto.

Dissociare vuol dire anche diminuire l'appetibilità dei cibi. Questo può portare a non eccedere con le calorie perché ci si "stanca" prima, mancando la possibilità di passare ad altro. Pensiamo al pasto a base di proteine: chi è in grado di mangiarsi un kg di carne magra o 5 scatolette di tonno al naturale?

Vediamola sotto un altro punto di vista: la dieta dissociata è monotona e riduce il piacere di mangiare. Risultato: il soggetto mangia meno! Tristissimo...





La teoria

La dieta dissociata si basa sull'analisi dei meccanismi sulla base dei quali si digeriscono gli alimenti:

1.Le proteine hanno bisogno di un ambiente acido. Quando le proteine sono ingerite, nello stomaco si sviluppa acido cloridrico che attiva l'enzima pepsina che divide e digerisce le proteine. Questo processo avviene in ambiente acido che è in parte neutralizzato dalla presenza di amidi e zuccheri che si accompagnano a sostanze alcaline; ciò fa sì che le proteine non siano digerite completamente

2.I carboidrati hanno bisogno di un ambiente alcalino per essere digeriti. Questo processo inizia in bocca con l'enzima ptialina, che inizia a spezzare l'amido prima che arrivi all'intestino, dove è ulteriormente spezzato e avviene la digestione



La presenza di proteine o frutti acidi diminuisce l'alcalinità, riducendo la digestione intestinale dei grassi. In breve, se grandi quantità di carboidrati e di proteine sono miscelati nello stesso pasto si forma un ambiente troppo acido per la riduzione degli amidi e troppo poco acido per una buona digestione delle proteine. Numerose diete dimagranti, ciclicamente proposte come "novità", si

 
     
   
   
  Collegamenti Sponsorizzati
______________________________
  Top Blogs - iscriviti al club
______________________________
  SONDAGGIO - iscriviti al club
Copyright miadieta.it, 2007. All rights reserved.